Italian English French German Spanish
Approfondimento

Sondaggio
Trovi utile il parcheggio comunale sotto al ponte di Ariccia collegato al paese con l'ascensore?
 
Vota la fraschetta

Facebook

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Ampia e diffusa la popolarità che arride alla porchetta di Ariccia, tradizionale alimento dei laziali itineranti per sagre e fiere. La porchetta è un prodotto tipico locale, conosciuta anche come "Porchetta Romana" è ormai diffusa su tutto il territorio. L'animale viene cucinato allo spiedo, gradevolmente aromatizzato con sale, pepe, aglio e finocchio selvatico, ed è di dimensioni medie. La porchetta è tagliata normalmente a fette  e venduta a peso con la scorta di pane casereccio che ne fa un pasto abbondante e gustoso. La pelle lucida e croccante èporchetta particolarmente apprezzata dai buongustai. Anche se Ariccia è considerata la patria d'elezione di questo specialissimo prodotto a cui dedica una sagra assai nota la prima domenica di luglio, porchette eccellenti vengono anche dal Reatino e dalla Ciociaria.

La preparazione

La porchetta viene preparata con carne di suino, la quale dopo essere stata disossata viene opportunatamente condita con spezie ed altri aromi naturali. Prima di iniziare il processo di cottura il suino disossato e condito viene legato intorno ad una barra di acciaio per l'immissione nei forni elettrici. porchetta La temperatura raggiunge i 300 °C e le porchette cuociono per circa tre ore. Dopo la cottura il prodotto viene lasciato raffreddare naturalmente in un locale dove aspiratori a soffitto permettono la dissipazione dei fumi e vapori di cottura.

 

Cerca nel sito
Approfondimento

Per cantare un pò

Previsioni Meteo

Siti amici
banner_BB.gif